Elf on the Shelf, la nuova tradizione natalizia che fa innamorare l’Italia

Elf on the shelf

Avete mai sentito parlare di Elf on the Shelf? Allora, c’è una nuova storia di Natale per voi, quest’anno.

Elf on the Shelf, il gioco che sta facendo innamorare tutti! Da più di 10 anni, questa storia semplice ma meravigliosa ha colpito al cuore centinaia di bambini che ogni anno rivivono con le loro famiglie l’emozione di ospitare in casa un piccolo elfo. E non un elfo qualsiasi, proprio un originale elfo di Babbo Natale!

Ok, forse non ne avete ancora sentito parlare, ma non è troppo tardi. Soprattutto perché siamo agli inizi di dicembre e il gioco comincia proprio adesso.

Siete pronti a regalare una nuova, fantastica favola di Natale ai vostri bambini?

Una nuova tradizione di Natale

È arrivata in Italia da qualche tempo e sta pian piano trovando casa tra le tradizioni di Natale in Italia. The Elf on the Shelf è davvero una storia che conquista, perché a viverla non sono solo i piccoli di casa, ma tutta la famiglia.

Elf on the shelf
Sta arrivando Natale, torna la magia di Elf on the shelf

Ma che cos’è Elf on the Shelf?

È una storia che comincia negli Stati Uniti nel 2005. Carol V. Aebersold e sua figlia Chanda A. Bell decidono di scrivere un libro per bambini a tema tipicamente natalizio. La storia è molto semplice, ma anche originale. Come fa Babbo Natale a conoscere sempre tutti i desideri dei bambini? E come fa a sapere sei i bimbi hanno fatto i bravi e si siano meritati i loro regali?

Semplice: si affida ai suoi elfi!

Ed ecco, quindi, che ogni anno un vero elfo di Babbo Natale si intrufola nelle case dove vivono i bambini e osserva per tutto il giorno cosa accade nella casa. Poi, di notte, torna al Polo Nord per riferire tutto al suo Grande Capo.

Dal 1° fino al 24 dicembre, quindi, le case abitate dai bimbi hanno un piccolo e delizioso ospite in più, che ogni giorno cambia punto di osservazione. Una mattina se ne sta seduto su una mensola, un’altra ancora si arrampica sulla cornice di un quadro, un’altra mattina lo troviamo appollaiato sul tappeto e via di seguito.

Il gioco meraviglioso per i bambini è proprio quello di scovare ogni giorno dove è andato a nascondersi l’elfo, per una piccola caccia al tesoro giornaliera carica di meraviglia.

Elf on the shelf
Dove si nasconde il piccolo elfo?

Le regole del gioco

Le regole del gioco sono semplici e suggestive. Nel momento in cui i bambini scoprono l’elfo, non possono toccarlo, altrimenti gli porterebbero via parte della sua magia. Inoltre, potranno parlargli e dargli un nome, ma non potranno aspettarsi risposte immediate ai propri desideri. Un vero e proprio gioco dell’attesa che racchiude quell’inconfondibile e dolcissima atmosfera del Natale vissuta con i bambini.

La verità? Le storie di Natale non tramontano mai

Elf on the Shelf è solo l’ultima di una lunga serie di storie di Natale che poi sono diventate vere e proprie tradizioni di Natale. E in questo caso non si tratta solo di storie di Natale per bambini, ma di un racconto che coinvolge e fa giocare tutta la famiglia. Elf on the Shelf, già pochissimo tempo dopo la sua uscita, è diventato un vero e proprio fenomeno. Tutt’oggi viene venduto in una confezione meravigliosa e super natalizia con il libro e il piccolo aiutante di Babbo Natale che abiterà la casa per un po’, pronto a ricevere un nome e a compiere la sua missione.

Il libro è pieno di bellissime illustrazioni e narra la storia del piccolo elfo-agente di Babbo Natale e del suo lavoro del mese di dicembre.

Anche questa storia, come da consolidata tradizione americana, è diventata in breve tempo un business di dimensioni colossali, tanto che Elf on the Shelf è stato incluso nella storica parata organizzata da Macy’s per il Thanksgiving Day, l’evento che negli Stati Uniti segna l’inizio del periodo natalizio, e quindi del periodo da dedicare allo shopping di Natale.

Elf, traduzione letterale per “elfo”, sta dunque diventando un personaggio classico che sta accumulando fans anche qui in Italia.

Elf on the shelf
La storica Parata di Macy’s per il Giorno del Ringraziamento

Aiuto! C’è un elfo che ci spia!

Elf on the Shelf ha avuto anche i suoi detrattori, e non è mancato chi ha accusato di spionaggio il piccolo elfo di Babbo Natale.

“L’elfo ti sta guardando e lo dirà a Babbo Natale!”, una frase potentissima per ottenere dai bimbi obbedienza e disciplina.

Ma è giusto utilizzare questo escamotage? Senza cadere nella megalomania, Elf on the Shelf va preso per quello che è: una favola meravigliosa che crea magia e insegna a grandi e piccoli la forza creatrice dei desideri.

Senza contare che la storia dell’elfo che si nasconde in casa può essere solo il pretesto per inventare giochi meravigliosi, impiegando la fantasia e imparando alcuni valori fondamentali come l’amore per la lettura di una bella storia o la cooperazione.

Elf on the shelf
L’elfo di Babbo Natale si nasconde negli angoli più impensabili

Un elfo, Babbo Natale, un Omino di Pan di Zenzero…

Sono tantissimi i personaggi fantastici che popoleranno il prossimo mese di dicembre. Se amate storie e racconti, dunque, non avrete che l’imbarazzo della scelta. Ma non solo! Fioccheranno anche le tantissime attività da fare in casa con i piccoli per preparare il Natala. Se adorate pasticciare e creare in casa con i vostri bimbi, aspettando il Natale, potete cominciare da qui.

E se siete dei tipi particolarmente istrionici, fatevi un regalo in più: quando cercherete i regali di Natale online per i vostri bambini, fatelo su un sito sicuro e certificato. Spesso i siti migliori hanno in serbo sorprese anche per i grandi, come ricevere in regalo il cappellino di Babbo Natale ´ 

Sta arrivando un Natale davvero magico!

Elf on the shelf
I piccoli elfi di Babbo Natale adorano gli addobbi natalizi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *