Giochi educativi o giochi STEM: i giocattoli che fanno bene all’intelligenza

giochi educativi

I giochi educativi sono il pallino di tutti i genitori, inutile nascondercelo. Li cerchiamo spesso e vorremmo regalarli più spesso. Ma cos’hanno di speciale i cosiddetti giochi STEM?

Non ci stancheremmo mai di cercare giochi educativi per i nostri bimbi. I giochi educativi ci danno sicurezza, affidabilità e ci piace che i nostri piccoli possano sviluppare le loro capacità cognitive mentre fanno quello che amano di più: giocare. D’altra parte, il metodo di apprendimento per eccellenza dei bambini è proprio il gioco. E non solo dei bambini. Anche per gli adulti questo metodo resta validissimo. Basti pensare alle migliaia di piattaforme di gamification per l’apprendimento in età adulta che vengono utilizzate ogni giorno anche nelle aziende.

Il gioco, dunque, non finisce mai. Ed ecco perché la tentazione di acquistare giochi educativi per i nostri bimbi non conosce praticamente confine.

Non tutti sanno che si chiamano Giochi STEM.

Nei primi anni Novanta, la National Science Foundation creò l’acronimo STEM che nella trascrizione italiana stava per: Scienza, Tecnologia, Ingegneria e Matematica.  L’idea di raggruppare in un’unica dicitura le discipline che studiano le leggi che governano il nostro mondo nasceva da un intento ben preciso: quello di richiamare l’attenzione sulla possibilità (e la facilità) di apprendere quelle materie considerate “difficili” anche a scuola. Il tramite tra i bambini e la loro capacità di apprendere sarebbe stato proprio il gioco.

Dalle meraviglie della natura agli sviluppi delle macchine, della medicina, dell’intelligenza artificiale e dell’informatica: l’apprendimento delle discipline STEM poteva essere facilitata attraverso il gioco.

Così avveniva la trasformazione per le STEM da materie scolastiche a giochi che accendevano l’immaginazione e sfidavano la capacità di ragionare, stimolando la curiosità.

Da allora, come sappiamo, l’escalation dei giochi educativi è stata irresistibile. Si sono affiancati ai giochi e giocattoli tradizionali, diventando una vera a propria alternativa per regali e acquisti comuni. Le mamme e i papà, anche oggi, non si lasciano mai sfuggire l’occasione di aggiungere al cesto dei giocattoli dei loro bimbi dei giochi educativi. Magari da fare insieme.

giochi educativi
Cosa significa STEM?

Giochi educativi per bambini per fare come i grandi?

Ecco il bello dei giochi educativi per bambini: se agli inizi si pensava che i giochi educativi avessero dovuto alimentare la crescita dei bambini e farli, in qualche modo, diventare adulti prima del tempo, oggi la prospettiva si è del tutto rovesciata. I giochi educativi bambini non pretendono che i nostri figli crescano prima del tempo, ma che sviluppino in serenità i loro talenti e i loro interessi, imparando a coltivare l’arte della curiosità.

Non giochi per diventare grandi, quindi, ma giochi per essere bambini a 360°.

I giochi STEM hanno questa specialità: mettono insieme l’approccio naturalmente curioso, avventuroso e intraprendente dei più piccoli con il fascino dei temi scientifici, che da sempre fanno della curiosità e del senso della scoperta i propri cavalli di battaglia.

La rivoluzione dei giocattoli educativi

Dagli anni Novanta, dunque i giocattoli educativi hanno portato avanti una vera a propria rivoluzione. Si tratta, infatti, di giocattoli che riescono a insegnare qualcosa e nello stesso tempo divertono. Il risultato è: un tempo dedicato al gioco, ma anche alla costruzione di un background di conoscenza di cui i bambini potranno fare uso in futuro.

I giocattoli STEM sono oggi tantissimi, dai celebri giochi Clementoni ai Lego ai giochi di scienza, di costruzioni o di lingua straniera. Il loro successo sembra davvero non esaurirsi mai, e anche per il prossimo Black Friday si prevede una corsa all’acquisto di questo tipo di giochi.

E per Natale? Inutile dirlo: gli ordini sono già cominciati.

Da STEM a STEAM

Ma una vera rivoluzione non sarebbe tale se non fosse capace di evolversi. Ecco perché all’acronimo STEM sta per aggiungersi una A. Il nuovo acronimo diventerà quindi STEAM, e quella A starà per Arte. Perché la bellezza, l’estetica e le propensioni umanistiche in genere completano con la giusta pienezza un mondo già regolato da perfette regole scientifiche.

La scelta più ampia possibile: i giochi educativi online

I cataloghi di giochi educativi online sono i più forniti, ma questo non è ormai un mistero. La disponibilità a magazzino dei rivenditori on line è, infatti, in media più alta della disponibilità dei negozi fisici. A questo, si aggiunge la comodità di ordinare e ricevere direttamente a casa. E che dire delle spese di spedizione? Su alcuni siti, per ordini che superano una certa cifra la spedizione è gratuita. La possibilità, quindi, di scegliere il meglio per i nostri bimbi è davvero completa e reale.

Ce n’è per tutti!

Ecco la domanda che spesso mamme e papà si pongono: i giochi educativi o giochi STEAM sono adatti a tutte le età?

La risposta è: assolutamente sì!. Ovviamente, ciascun giocattolo sviluppa un segmento cognitivo particolare, proprio in base all’età del bimbo.

Ecco qualche esempio di gioco STEM da scegliere in base all’età di tuo figlio:

6 – 18 mesi: Clemmy 24 Mattoncini Morbidi Baby Clementoni. Un classico gioco di costruzioni che avvicina i piccolissimi alle forme geometriche, sviluppa le loro abilità manuali e sensoriali. Inoltre, sviluppa la capacità di creazione già in età verdissima.

giochi educativi
Giochi educativi: Clemmy 24 Mattoncini Morbidi Baby Clementoni

3 – 6 anni: Carotina Parlante 20 Giochi. Si tratta di un gioco molto completo, particolarmente adatto ai bambini in età prescolare. Si basa sul meccanismo del quiz, ha tanto materiale cartonato e proietta il bambino in un mondo di curiosità insieme agli amici del prato. È fatto di tanti quiz, filastrocche e indovinelli con cui il bimbo impara divertendosi, magari con mamma e papà.

giochi educativi
Giochi Educativi: Carotina Penna Parlante 20 giochi

4 – 7 anni: Topolino Code my Race Clementoni. Un gioco educativo che accompagna i bambini all’incontro con la scuola, per imparare a programmare in compagnia di Topolino. La particolarità di questo gioco consiste nell’allenare il pensiero logico, la capacità di calcolo, l’intelligenza spaziale e l’abilità nel risolvere problemi.

giochi educativi
Giochi educativi: Topolino Code My Race

dagli 8 anni: Laboratorio di Meccanica Scienza&Gioco Clementoni. Un gioco molto particolare che avvicina i bambini ai meccanismi e ai giochi dell’ingegneria. Più di 250 componenti e un manuale illustrativo per andare alla scoperta del funzionamento delle leve idrauliche e degli ingranaggi.

giochi educativi
Giochi educativi: Laboratorio di Meccanica Scienza&Gioco Clementoni

dai 9 anni: Science4you Chimica 1000. Un gioco tutto da sperimentare, adatto ai bambini più grandi. Con questo gioco, gli aspiranti piccoli chimici potranno lanciarsi in esperimenti come in un vero laboratorio. Grazie ai 73 esperimenti e un libro educativo di 36 pagine, scopriranno: cos’e’ una sostanza appiccicosa, cos’e’ necessario per far diffondere il fuoco, come scrivere messaggi segreti con una divertente reazione chimica, come produrre cristalli di zucchero colorati, come gonfiare un palloncino senza soffiare, come produrre un gas e provare un trucco magico per far scomparire le candele, come cambiare il colore di alcune soluzioni o come trasformare il latte in colla, il funzionamento del microonde, le sostanze e lo stato fisico della materia.

giochi educativi
Giochi educativi: Science4you Chimica 1000

La scelta è tantissima, per farti un’idea più completa puoi sfogliare alcuni cataloghi qui.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *