GIRELLO, FACCIAMO UN PO’ DI CHIAREZZA…

Girello e bimbo

Girello sì, girello no. Quante nei hai lette su questo giocattolo adorato dai bimbi che da’ qualche grattacapo a mamma e papà?

A partire dai 4-5 mesi, il tuo bebè ha un grande bisogno di muoversi. Deve allenare gambe e braccia per coordinare meglio i gesti, irrobustire i muscoli e prepararsi gradualmente a muovere i primi passi.

Con questo mezzo, il bambino si accorge di avere capacità prima impensabili, che gli fanno intraprendere esperienze prima mai nemmeno immaginate. La maggiore facilità di movimento consente esperienze, manovre o azioni rischiose. Ed è così che il tuo bimbo può arrivare a prendere oggetti che altrimenti non potrebbe raggiungere o può tentare di scendere le scale.

Erroneamente, alcuni genitori credono che l’uso del girello possa facilitare l’apprendimento dei primi passi. Altre ricerche suggeriscono invece che il suo utilizzo possa addirittura ritardare l’apprendimento dell’equilibrio e la coordinazione dei movimenti.

Imbracato nel girello, il piccolo tende a spingersi, mentre per camminare deve imparare a stare in equilibrio in posizione eretta. Il girello, inoltre, impedisce al tuo bambino di sperimentare qualche caduta e quindi di sviluppare un corretto senso dell’equilibrio e un po’ di sana prudenza. Non gli consente, infatti, di guardarsi gambe e piedini.

Eppure, sappiamo che il tuo bimbo lo adora.

Il perché è semplice. Quando i piccoli iniziano a esplorare lo spazio tutt’intorno e ad aprire gli occhi sul mondo circostante, il numero di stimoli che colpiscono il suo cervello si moltiplicano incredibilmente. È il momento in cui si imparano le capacità base che accompagneranno il bambino per tutta la vita. È facile, dunque, comprendere come la spinta a vivere nuove esperienze che coinvolgono i 5 sensi sia travolgente. I bimbi, infatti, tendono a fare conoscenza con l’ambiente circostante tramite i sensi e lo sviluppo delle capacità motorie.

Parlane con il tuo pediatra, il suo consiglio è sempre il più prezioso.

a cura della dr.ssa Orsola, Neonatologa

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *